Ok, il prezzo è giusto!

valutazione immobiliare

La frase che ci sentiamo dire più spesso dopo la conclusione di una trattativa da parte acquirente è:

questa è la mia casa definitiva!

In realtà, purtroppo o per fortuna, i dati statistici forniti dall’Agenzia delle Entrate ci riferiscono che la durata media di possesso di uno stesso immobile è di circa 7 anni.

Ovviamente è una media e quindi appartamenti di ampia metratura con un numero elevato di camere da letto possono anche superare (e non di poco) questo dato, ma se pensiamo al piccolo bilocale acquistato da single per poter andare a vive da solo…

I fattori che possono portare a dover cambiare la casa che fino al giorno prima era perfetta, sono molteplici: una nuova convivenza, l’arrivo di un bimbo, tua figlia che va all’università (e magari all’estero), quell’hobby che hai sempre sacrificato.

A questo punto la prima cosa da fare è capire se le tue disponibilità economiche ti possono permettere di valutare questa nuova ed eccitante opzione. Per il conto in banca basta collegarsi all’home banking e vedere il saldo; ben più complesso è capire il reale valore della casa in cui abiti.

Corre in tuo aiuto (strano a dirsi) l’Agenzia delle Entrate con il servizio online gratuito che permette di stimare il valore di un immobile rapportandolo ai dati già in suo possesso. Dopo aver selezionato il tipo di immobile, la metratura “commerciale” ti potranno dare i valori minimi e massimi del mercato della tua zona. Fai però attenzione perché per calcolare la coretta metratura commerciale c’è un apposito articolo del codice civile che da un peso diverso ai vari ambienti che compongono la tua casa.

Fin qui tutto fantastico: hai appena risparmiato la perizia di un tecnico e sei pronto per mettere in vendita la tua casa trovando subito l’acquirente giusto!

Peccato che per calcolare il valore di vendita di una casa non sia sufficiente calcolare i metri commerciali e moltiplicarli per un numero magico.

A determinare i valori delle stime che comunichiamo a tutti i nostri clienti, contribuiscono una quantità di altri fattori tra i quali l’esposizione, la luminosità, la vista che si vede dalle finestre oltre a caratteristiche più soggettive che possono essere maggiormente apprezzate dagli acquirenti: il giardino curato, materiali e rivestimenti moderni, vicinanze con scuole o mezzi di trasporto.

Capisci quindi che un agente immobiliare professionista che tutti i giorni ha a che fare con le richieste di potenziali acquirenti e che con loro parla per capire quali esigenze hanno, è probabilmente l’unico in grado di conoscere come si sta muovendo il mercato della tua zona.

Ti consiglio di non ascoltare la signora Roberta del piano di sotto che 3 anni fa ha venduto casa a 200mila euro.

Il mercato è cambiato nel corso dell’ultimo decennio e solo chi ci opera costantemente e giornalmente può intuire dove si muoverà nell’immediato futuro.

Inoltre il tuo agente immobiliare di fiducia, se sarà un vero consulente, potrà anche cercare di capire se l’operazione che vuoi mettere in pista è fattibile: potrà dirti se una volta venduta la tua casa potrai permetterti la villa singola su unico piano in centro a Treviglio che hai visto sui portali immobiliari.

Non terrà conto dei sentimenti legati alla casa dove abiti da anni, ma potrà essere imparziale (e spesso implacabile) nel comunicati un valore reale, che il mercato sia ponto a pagare.

Il suo compito non sarà quello di sovrastimare la tua casa per poi metterti nei guai.

Questa è la principale differenza tra un agente immobiliare e un consulente.

Non devi quindi ascoltare chi non è del mestiere, soprattutto per un aspetto così importante e basilare della compravendita di un immobile.

Se hai bisogno di informazioni circa il mercato attuale di Treviglio o vuoi semplicemente approfondire questi argomenti, lasciaci un messaggio compilando il modulo qui sotto, ti risponderemo entro 24 ore.

A presto!

Cesare.